La mia prima tesi da complottista, che emozione!!! (grazie, Trenitalia, tu che unisci la Nazione più del pallone!)

Ripeto, che emozione!, è dai tempo della tesina di terza media e di JFK che non mi interessavo ad un complotto!! 

Grazie, TRENITALIA!!

 

Tutto nasce da una mia incazzatura spontanea causata da Trenitalia che, in due viaggi verso casa con un RV (regionale veloce) con cambio a Verona P.ta Nuova con un regionale per Trento, mi ha fatto saltare per ben due volte (su due viaggi, ripeto) il treno.

La prima volta ci ha fermati a Vicenza, con la scusa di un guasto al treno; ho sentito chiaramente un ferroviere (incazzato pure lui) che sibilava alla collega ‘Sì, così li fanno salire sul treno dopo e lo riempiono.’ -benedetto ragazzo, mio padre era ferroviere e si vergogna persino di aver fatto parte della categoria in tempi non sospetti, ti ringrazio per le tue parole cariche d’odio-.

La seconda, in stazione a Mestre, il treno è saltato.

Un attimo prima era in cartellone, eravamo tutti al binario, poi c’è stato l’annuncio ed il treno è stato soppresso in favore di quello dopo  (un’ora dopo, sotto il sole rovente visto che le nostre stazioni di passaggio e non di testa sono solo delle enormi pensiline prendisole di cemento). 

La mia tesi da complottista è nata solo grazie all’incazzatura, al vedere le ‘Frecce’ che, seppure in ritardo, passavano e la gente si affrettava a cambiare biglietto e ad una discussione col mio ragazzo che prende quasi esclusivamente quegli schifosi treni che ci spacciano per qualitativamente migliori, per giustificare la mostruosità del biglietto. 

 

Perchè le fottute Frecce viaggiavano mentre i regionali, uno dopo l’altro venivano decimati? 

Perchè ci stavo ragionando, mentre a Vicenza ho solo aspettato il treno col mio lettore mp3 al sole? 

Ah, perchè non ero ancora in viaggio e non era ancora iniziata la routine -sistema la tendina, sistema il bagaglio, sistema il tuo culo ed ora goditi l’unica occasione che hai per ascoltare la tua musica preferita-, perciò è partito il pensiero selvaggio!!

 

Ho solo fatto un semplice ragionamento: la gente che prende i regionali di solito appartiene alla categoria ‘pendolar-pendolarus’, di cui a lungo ho fatto parte (quando i treni arrivavano in orario e c’era la Dc o la simil-Dc).

Gente che fa affidamento ad orari.

Io, per esempio, ho delle medicine da prendere ad una determinata ora e perciò ho tutto calcolato. 

Di certo un avvocato o qualcun altro che malfidatamente ha preso il biglietto per un RV ad orario cadenzato (uno all’ora, se solo fosse vero) ha un impegno o qualcosa di simile, fosse anche uno spritz di lavoro (dovrei dire aperitivo? Chissene).

I pendolari hanno figli, famiglie o amici… che li aspettano.

 

Con due soppressioni in due viaggi persino io, che anche se ritardo le mie medicine non muoio, sto pensando di prendere un fottuto Frecciabianca, prenotandolo con un certo anticipo e tenendo d’occhio le offerte. Se lo sto facendo io, chissà quanti ci stanno pensando, pressati da impegni più urgenti e di certo non rimandabili.

Fai saltare un treno o due ed il gioco e fatto.

 

Non c’è trucco, non c’è fretta, con Trenitalia sempre si aspetta.

Sempre se non prendi una Freccia. 

 

Complimenti. 

Trenitalia è diventata la cosa che più unisce la Nazione, persino più della Nazionale. 

Ed io, come figlia di ferroviere, rispettavo le F.S, perciò non vi dico che amarezza… La mia prima tesi complottista contro una vita di credenza errate. Mi sento come mia matre che si vergogna di aver votato P.*.I.

Annunci

Un pensiero su “La mia prima tesi da complottista, che emozione!!! (grazie, Trenitalia, tu che unisci la Nazione più del pallone!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...